Tu lo dici #33

Presumo che, se avessimo perso, sarei stato processato come criminale di guerra. Fortunatamente eravamo dalla parte dei vincitori.

(LeMay C. – Alla fine della Seconda Guerra Mondiale)

Annunci

Tu lo dici #18

L’America è un grosso paese aldilà dell’Atlantico che ha raggiunto una potenza senza paragone, e io ritengo che ci siano lì delle persone che immaginano di essere sulla strada di diventare i padroni del mondo e fare del mondo un impero tutto loro. Non hanno imparato la lezione dalla loro guerra in Vietnam? L’occidente era solito sostenere l’idea che il comunismo mondiale e il blocco sovietico minacciassero i suoi interessi e anche la sicurezza di tutto l’occidente, ma nonostante tale tesi si trattava solo di una copertura sottile. E nondimeno gli americani l’hanno usata e se ne sono avviluppati finché l’eroico popolo vietnamita non li ha espulsi con la forza.

(Hussein S.)

 

Dal Mondo: Super Bowl 53

Domenica sera gli Stati Uniti si fermeranno per l’evento sportivo dell’anno: il Super Bowl, la finale del campionato di Football Americano che quest’anno vede la sua edizione numero 53. A sfidarsi in campo ci saranno i New England Patriots (squadra di Boston e in finale in ben 4 delle ultime 5 edizioni, condite con due vittorie) e i Los Angeles Rams (squadra che nella sua storia è avuto base prima a Cleveland, poi a Los Angeles, poi a St. Louis ed ora di nuovo nella città degli angeli).

Nel palmares complessivo i Patriots hanno vinto il titolo già 5 volte e i Rams solo 1 volta (nel 2000 e proprio ad Atlanta, sede della finale 2019).

NFL: Los Angeles Rams at New England Patriots
Los Angeles Rams vs New England Patriots

I biglietti per assistere dal vivo alla partita hanno prezzi esorbitanti (dai $ 2.800 in su, ma se si vuole assistere la partita da un posizione discreta bisogna pagare dai $ 6.000 in poi). Costo esorbitante anche per gli spazi pubblicitari che possono superare i $ 5.000.000 per appena 30 secondi… $ 167.000 al secondo…

Appuntamento con la partita domenica notte ore 00.20 italiane su Rai 2…

Statistiche 2018

Nei 3 mesi e mezzo di attività del 2018 il blog ha avuto 2.180 visite. Escludendo l’Italia (con 1.367 visite) i paesi da cui sono provenuti più visitatori sono: Spagna (143), Stati Uniti (141) ed India (103).

2018

Gli articoli che sono stati letti maggiormente sono:

TAMERLANO 

GENOCIDIO ARMENO

CITAZIONE di Luc de Clapiers

Grazie a tutti per il supporto!

Lemuria Dixit: Libro di Mormon

 Vi siete mai chiesti cosa dice esattamente il libro sacro dei Mormoni?

joseph smith
Joseph Smith

1823, Joseph Smith, giovane ragazzo di Palmyra (stato di New York), riceve una rivelazione dall’angelo Moroni che gli comunica l’esistenza di antichi scritti di una civiltà sepolti in una collina nelle vicinanze della fattoria della sua famiglia. Joseph Smith illuminato da questa rivelazione ritrova le antiche tavole, scritte in “egiziano riformato” (lingua inesistente storicamente) e in soli 90 giorni riesce a tradurle. Per tradurre questa lingua sconosciuta Joseph Smith e i suoi primi adepti usano alcuni oggetti sacri di derivazione biblica: Urim e Tummin. Il risultato della traduzione sono 500 pagine in cui si narra la storia di due civiltà sconosciute e storicamente non riscontrate, per un lasso temporale di 2.600 anni.

1830, Joseph Smith pubblica il Libro di Mormon.

1838, Joseph Smith riconsegna a Moroni le mitiche tavole e dal quel momento non saranno mai più disponibili né consultabili.

Il libro così codificato e l’opera di proselitismo di Joseph Smith danno vita alla Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni, più comunemente conosciuta come Chiesa Mormone. Il libro di Mormon narra quindi la storia di popolazioni che si sarebbero spostate dal Medio Oriente alle Americhe in epoche molto remote. Nel libro si distinguono due migrazioni: la prima ai tempi della costruzione della Torre di Babele (il che potrebbe essere intorno al 2.000 a.c. se la identifichiamo con la grandissima ziqqurat Etemenanki di Babilonia) e la seconda intorno al 600 a.c. nel periodo della cattività babilonese. Da queste migrazioni hanno origine due popoli: i Nefiti e i Lamaniti. I primi vivevano nella grazie di Dio e avrebbero trascritto i loro annali giunti poi a Joseph Smith, i secondi si sarebbero discostati dalla parola di Dio e sarebbero stati puniti con un inscurimento repentino della pelle diventando così i Nativi Americani.

Gesù Cristo dopo la resurrezione (34 d.c.) avrebbe trascorso tre giorni presso i Nefiti e i Lamaniti, riconciliando i due popoli che nel frattempo avevano dato vita ad una serie di guerre fratricide. Intorno al 421 d.c., con l’ennesima disputa, i Nefiti furono distrutti e in quel momento il profeta Mormon lasciò le famose tavole al figlio Moroni (non ancora angelo) il quale le avrebbe seppellite, su ordine di Dio, in attesa di tempi migliori. 

1852, il Libro di Mormon viene tradotto per la prima volta in Italiano da Lorenzo Snow.

Verità rivelata o fantastico viaggio mentale di Joseph Smith? 

temple-square-01
Tempio dei Mormoni – Salt Lake City – Utah