Sturm und Drang: Sacrificio di sangue

E se il sacrificio umano, il sacrifico rituale del sangue, fosse l’atto costitutivo di ogni nuova civiltà e non il suo atto finale?

Se fosse il vero rituale di passaggio per il successivo piano evolutivo?

Col progredire delle ere fin dove bisognerebbe spingersi in questo tributo da pagare?

Quanto e quanti? E dove? E soprattutto… come?

E se l’errore “nel come” determinasse un fallimento sostanziale del passaggio?

Dove siamo esattamente adesso?

Siamo dove dovremmo essere o siamo rimasti indietro?

La risposta è sempre nel sangue.

Die Antwort liegt immer im Blut.

Tu lo dici #71

Non credo che una guerra combattuta con le bombe atomiche spazzerà via la civiltà. Forse potranno rimanere uccisi due terzi della popolazione della terra. Ma resterebbe un sufficiente numero di uomini capaci di pensare e un sufficiente numero di libri per consentire di ricominciare daccapo e restaurare la civiltà.

(Einstein A.)