Tagebuch: 16 Marzo 2022

La semplicità del sistema è spesso imbarazzante, anzi disarmante… così come lo è la propensione alla schiavitù per le menti semplici, per i “poveri Cristi” che intasano le nostre strade e che riempiono, giornalmente, la rete con la propria vacuità. Aspettano di essere salvati. E lasciano che siano i carnefici ad indicargli i futuri salvatori. Qualcosa al limite del sadomasochismo. Anzi, ben oltre quel limite.

Ora guardano lontano. Alle stelle. Non comprendono che la salvezza sta nella natura stessa del nostro pianeta. Si sono fatti irretire dal mare di menzogne, si sono cibati dalla ciotola datagli dai loro padroni ed ora sono starti marchiati come gli animali di un immenso allevamento.

Il tempo si fa sempre più stretto. Soprattutto per coloro che hanno le risposte.

ETSSSFG

Tagebuch: 20 Febbraio 2022

Nel grande gioco ognuno applica le proprie regole, fa parte della complessità dello “sport” praticato, è ciò che lo rende, in fondo, più intrigante. Se si vuole vincere veramente bisogna sempre utilizzare le proprie regole e mai quelle dell’avversario. Solo così si può avere speranza di vittoria.

Laddove è il nemico ad imporci il suo campo, il suo ritmo, il suo parlare… allora è proprio là che andiamo ad incontrare, consapevolmente, la nostra fine. Tutto muore in questo modo, tutto muore quando ci abbassiamo al compromesso.

E’ così che gli uomini diventano schiavi. Accettando supinamente le linee che altri hanno tratteggiato per loro. E così facendo sono destinati a morire ogni giorno, infinite volte.

ETSSSFG

Tagebuch: 8 Dicembre 2021

Che si tratti di premere il grilletto o premere un bottone cambia poco. Se il risultato è il medesimo che differenza vi può mai essere tra i due gesti? Nessuna. Ma questo non è un problema, non siamo qui a discutere delle metodologie… ognuno ha le proprie.

Mi domando cosa farebbe un uomo con una pistola puntata alla tempia, pronta a fare fuoco. Cosa farebbe? Cosa baratterebbe in cambio del proprio restare in vita?

Che sorpresa quando se lo dovranno chiedere tutti insieme, allo stesso tempo. Quanto tempo vorranno per poter dare una risposta? Chissà… io gli consentirei al massimo il tempo di premere un bottone… ironia della sorte.

ETSSSFG

Tagebuch: 26 Ottobre 2021

Le interferenze vanno calando di giorno in giorno, segno che una parte importante del progetto è stata portata avanti con successo. Non siamo stati abbastanza abili da comprendere la portata di queste azioni, pensavamo di avere più tempo quando in realtà ne avevamo meno.

Da un lato non ci si può che rammaricare di tutto il materiale perso… sprecato… ma dall’altro la mancanza delle interferenze rende ogni comunicazione più semplice e completa. Ma forse più facilmente tracciabile. Anche questo è da appurare. I tempi sono sempre più bui.

Tutti noi immaginavamo qualcosa di diverso, ci aspettavamo altro da questo scontro.

ETSSSFG

Tagebuch: 2 Agosto 2021

Manca un pezzo del puzzle, come se aprendo la scatola fosse caduto chissà dove e solo adesso, che si sta per terminare l’opera, appaia evidente. Non si tratta della pietra d’inciampo tanto cara al nemico bensì di un pezzo centrale… qualcosa che potremmo definire il cuore di questo organismo. Bisogna continuare ad analizzare la situazione, continuare ad unire i puntini sul foglio.

Nonostante questo problema c’è una prima certezza su cui poter lavorare: bisogna cercare l’apertura dimenticata da tempo. Quello che le mappe non indicano può essere trovato solo guardando dentro se stessi. Trovato il punto esatto ed il pezzo mancante si potrebbe procedere con un primo tentativo per arrivare alla soluzione del problema.

Il tempo è poco, se calcolato in termini umani, ma bastante se calcolato in quelli terrestri.

ETSSSFG

Tagebuch: 26 Luglio 2021

Il pesce puzza sempre dalla testa, è un dato di fatto ineludibile. Se non si taglia per prima questa la pulizia delle interiora potrebbe non portare al risultato sperato.

Quante volte si fanno cose giuste per la motivazione errata e cose sbagliata con la motivazione corretta?

Ecco una domanda su cui spendere il tempo della meditazione.

ETSSSFG

Tagebuch: 24 Luglio 2021

Ieri sono passato davanti alla porta alchemica di Piazza Vittorio. Non ci so può avvicinare troppo, per via della cancellata. Sono rimasto dunque al di là delle sbarre a guardare. Due volte la statua di BES, alla mia destra, si è mossa.

Non posso che prenderlo come un segnale positivo in vista dello scontro imminente. Non tutti i poteri di questo mondo remano nella stessa direzione, dovrebbero saperlo anche i figli della somma infamia.

Tanto, di troppo, sta andando perduto e questo è un peccato. Tanto, di troppo, di non elevato sta andando perduto… e questa è una benedizione.

ETSSSFG

Tagebuch: 22 Luglio 2021

Le cose cambiano in fretta o forse sarebbe più corretto dire che il loro manifestarsi ha assunto una velocità diversa rispetto a prima. Il tempo stringe. Quello che è certo è che i perduti non potranno essere recuperati, se questo sia un peccato o meno lo stabiliremo solo in seguito. La tela è ogni giorni più scoperta ed il disegno appare sempre più completo… almeno per chi sa dove guardare.

Non possiamo curarci degli altri. Questo a volte da dispiacere, ma è un sentimento che dopo un attimo viene soffocato. Non ci eravamo preparati a questo in fondo? Difficile… il silenzio con sé stessi è forse il momento più problematico della giornata.

Qualcuno, qualcosa, cerca di mettersi in contatto da diversi giorni. È quasi una presenza costante ed è come se più volte provasse a bussare alla porta. Non ho ancora aperto, ma forse dovrei. Forse è qui per le mie ricerche, in ogni caso devo lasciare dei segni sparsi, molliche di pane che altri possano raccogliere.

ETSSSFG