Il Grimorio di Odenwald #75

XLV – DE INFERNO PRAEGNANTI (Pregnante dell’Inferno) – Urbano VI (1378 – 1389), nato a Itri (attuale provincia di Latina) col nome di Bartolomeo Prignano, questo cognome era originario di una frazione chiamata Inferno. Fu il primo Papa italiano dopo il periodo della cattività avignonese, anche se il suo pontificato vide il verificarsi dello scisma d’Occidente.

E’ stato il 202° Papa ed il suo pontificato durò 11 anni e mezzo.

Fu eletto Papa quando era Arcivescovo di Bari, ma sin da subito adottò dei comportamenti che scontentarono diversi cardinali elettori: si prodigò per eliminare la simonia, si rifiutò di concedere privilegi di varia natura ai suoi cardinali oltre ad obbligarli a risiedere a Roma, nonché a finanziare di tasca propria la ristrutturazione delle principali basiliche della capitale. Per reazione 13 cardinali si trovarono a Fondi il 3 Agosto 1378, dichiararono nulla l’elezione di Urbano VI e procedettero il mese successivo ad eleggere l’antipapa Clemente VII, dando il via allo scisma d’occidente. Variegati furono anche gli scontri, politici e militari, con il Regno di Napoli e con altre autorità politiche della penisola italiana. Morì in seguito alle ferite riportate in una caduta accidentale dal suo mulo il 15 ottobre 1389.

Durante il suo pontificato ha creato 42 cardinali nel corso di 6 concistori.

Storia: Le origini della Guerra Civile Americana – Presidenza Harrison/Tyler

William Henry Harrison

Alla fine della presidenza Van Buren  si tennero le elezioni del 1840. Il presidente uscente si ripresentò, ma venne sconfitto dal candidato del Partito Whig, William Henry Harrison, il quale ottenne il 52,9% dei voti e ben 234 grandi elettori contro i 60 dello sfidante. Il nuovo presidente si insediò il 4 marzo 1841.

Pare che quel giorno fosse particolarmente freddo ed umido e che il presidente si fosse presentato vestito in modo troppo leggero alla cerimonia, nella quale tenne un discorso di oltre due ore… sta di fatto che tre settimane dopo contrasse una forte polmonite che lo portò a morire ad un mese esatto dal suo insediamento, il 4 aprile 1841. Divenne quindi presidente il suo vice John Tyler, era la prima volta nella storia americana che veniva applicata questa norma costituzionale. Tyler sarebbe morto nel 1862 da membro del Congresso Confederato.

John Tyler

1841: Un gruppo di schiavi prende il controllo di una nave durante un trasferimento dalla Virginia alla Louisiana, riuscendo a riparare nel territorio britannico delle Bahamas, dove otterranno asilo politico. Dopo anni di polemiche le autorità di Londra pagheranno un indennizzo ai proprietari orinali degli schiavi (1855).

1843: si mette in viaggio verso ovest, sulla pista dell’Oregon, la prima grande carovana di carri, composta da oltre 1.000 pionieri. Viene inoltre fondata la B’nai B’rith, la prima organizzazione non governativa degli ebrei nel mondo.

1844: L’attivista afroamericano Charles Lenox Remond dichiara pubblicamente che sarebbe meglio sciogliere l’Unione piuttosto che mantenerla viva conservando la schiavismo, detta opinione susciterà molto scalpore ed approvazione nel Nord. Lo stesso anno viene promulgata la “Exclusion Law“, che proibiva agli afroamericani (compresi gli schiavi) di rimanere o entrare nell’Oregon Country;

1845: La Florida viene ammessa nell’Unione come “Stato schiavista”. [Liberi 13 –  Schiavisti 14]