Dal Mondo: Elezioni truccate in…

Tutto il mondo sta guardando con attenzione a quello che sta accadendo negli Stati Uniti per le elezioni presidenziali 2020. Tra accuse di brogli, schede mancanti, morti votanti, reciproche accuse ed una certa fretta di chiudere tutta la questione. Diciamocelo… il broglio fa parte di ogni sana competizione elettorale, dal momento che, come sosteneva Mark Twain, se votare facesse qualche differenza non ce lo lascerebbero fare. Ma torniamo a noi… tutto il mondo parla delle elezioni negli Stati Uniti, tranne un paese dove si è tenuta un’altra importante elezione… ed anche qui le accuse ed i brogli non si sono fatti attendere.

Vi state chiedendo dove? Beh… in Nuova Zelanda! Dove si è appena conclusa l’elezione per l’ambita posizione di “Uccello dell’anno“, una competizione nata 15 anni fa per sensibilizzare la popolazione sulle tematiche inerenti la conservazione della fauna aviaria neozelandese, infatti molte specie sono a rischio estinzione! Indubbiamente un nobile intento. Il problema è che la cosa è totalmente degenerata!

Alcuni dei volatili partecipanti hanno degli staff elettorali estremamente agguerriti, i quali si rendono protagonisti di brogli e irregolarità varie pur di far vincere il proprio candidato! Come succede negli Stati Uniti il protagonista controverso è il voto postale, tanto che gli organizzatori hanno già trovato 1.500 voti fraudolenti nelle prime 40.000 schede pervenute, quasi il 4%… e mancano ancora 3/4 giorni alla chiusura delle votazioni. I voti incriminati sarebbero per il kiwi maculato minore. Il povero volatile, con appena 1.200 esemplari, è davvero a rischio estinzione e dal suo comitato elettorale la portavoce Emma Rawson ha negato ogni responsabilità per i brogli.

Nel frattempo pare che la competizione sia davvero serrata, coinvolgendo politici di maggioranza e opposizioni, immancabili gruppi alla ricerca del volatile più gender-fluid (uccello chirurgo), ecc… . Al momento in testa ci sarebbero albatro degli antipodi e il cacapo, un grosso pappagallo incapace di volare.

Al termine dello spoglio sapremo il tanto atteso vincitore… forse dopo la conferma definitiva del vincitore delle elezioni negli Stati Uniti. 

Kiwi Maculato Minore