Sturm und Drang: ti chiederanno di Mishima

YUKIO MISHIMA (Kimitake Hiraoka) 25 NOVEMBRE 1970 – TOKYO – GIAPPONE

Non posso continuare a nutrire speranze per il Giappone del futuro. Ogni giorno si acuisce in me la certezza che, se nulla cambierà, il “Giappone” è destinato a scomparire. Al suo posto rimarrà, in un lembo dell’Asia estremo-orientale, un grande Paese produttore, inorganico, vuoto, neutrale e neutro, prospero e cauto. Con quanti ritengono che questo sia tollerabile, io non intendo parlare.

Abbiamo assistito stringendo i denti, al gioco della politica interna a dissimulare le contraddizioni, mentre sprofondava nell’ipocrisia e nella bramosia di potere. Abbiamo assistito alla difesa dei particolarismi e degli interessi personali. Abbiamo visto affidare a Paesi stranieri i piani riguardanti i prossimi cento anni della Nazione; abbiamo visto l’umiliazione della disfatta nascosta per non essere cancellata, e gli stessi nostri connazionali profanare la storia e le tradizioni del Giappone. Abbiamo sognato di vedere i veri Giapponesi e lo spirito dei veri samurai sopravvivere nel Jieitai. Tuttavia è chiaro che secondo la legge il Jieitai è incostituzionale e che la difesa, problema fondamentale per un paese, è stata dimenticata con opportunistiche interpretazioni legali.Proprio in questa circostanza, perché c’è un esercito che non porta questo nome, è da ricercare la causa fondamentale della degenerazione morale e del decadimento spirituale dei giapponesi.

Dobbiamo morire per restituire al Giappone il suo vero volto! È bene avere così cara la vita da lasciare morire lo spirito? Che esercito è mai questo che non ha valori più nobili della vita? Ora testimonieremo l’esistenza di un valore superiore all’attaccamento alla vita. Questo valore non è la libertà! Non è la democrazia! È il Giappone! È il Giappone, il Paese della storia e delle tradizioni che amiamo.

Il valore di un uomo si rivela nell’istante in cui la vita si confronta con la morte.

6 pensieri su “Sturm und Drang: ti chiederanno di Mishima

    1. Difficile riportare uno scrittore e pensatore orientale nei canoni della classificazione occidentale. Di sicuro ridurre tutto al nostro modo di vedere il mondo non aiuta a conoscerlo meglio, ci toccherebbe a quel punto eliminare centinaia di pensatori antichi che oggi risulterebbero scandalosi e pericolosi.

      Piace a 1 persona

      1. Credo di conoscere abbastanza bene la cultura del Giappone (paese e cultura che amo immensamente). Conosco bene anche Mishima, che, tanto vale sottolinearlo non è un pensatore antico. Il suo suicidio (conseguenza di un assurdo tentativo di colpo di stato) è solo l’epilogo della vita di un grande scrittore e contemporaneamente di un pazzo fascista che sognava il ritorno di un tempo che non esisteva più. Il Giappone idealizzato da Mishima fortunatamente non è tornato ed i giapponesi non lo rimpiangono.

        Piace a 1 persona

      2. E in quest’ottica come possiamo leggere le politiche di Shinzō Abe? Traspare dalle notizie che arrivano dal Giappone una sorta di ritorno all’enfasi nazionalista

        "Mi piace"

      3. La politica di Abe è orribile … una destra sempre più estrema. Ma in ciò purtroppo il Giappone è in “ottima” (si fa per dire) compagnia. Abe comunque è un politico eletto, il discorso su Mishima è diverso. Mishima era un intellettuale, ed il pensiero degli intellettuali va sempre storicizzato. Abe non sogna il ritorno ad un Giappone ormai improponibile (ce lo vedi a fare Seppuku?) ma piuttosto un giappone poco democratico, con un vero esercito, potente, ma non chiuso verso l’occidente. Una visione diversa (anche se ai miei occhi comunque pericolosissima) rispetto all’idealizzazione nazional-fascista di Mishima.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...