Deep Space 19: Una leggera (si fa per dire) truffa…

Mentre si sta parlando del prossimo allunaggio, previsto per il 2024, e del relativo budget al ribasso ecco che viene fuori una notizia davvero imbarazzante per la NASA. Tutto ha avuto inizio nel periodo 2009-2011, quando la NASA registrò il fallimento di due missioni climatiche per problematiche del lanciatore Taurus XL… entrambe le missioni finirono con la caduta sulla terra invece che con la messa in orbita.

Il 30 Aprile 2019, dopo lunghe e dovute indagini, si è giunti a scoprire la realtà dietro il fallimento delle missioni. Secondo i risultati delle indagini una ditta fornitrice della Orbital Sciences Corporation (produttrice del Taurus) avrebbe per anni falsificato i certificati di qualità di alcuni suoi prodotti in alluminio. Il risultato sarebbe stato proprio il difetto che ha portato al fallimento delle due missioni nel 2009 e nel 2011. L’azienda sotto accusa è la Sapa Profiles, Inc. (Spi), che a quanto apre non ha truffato solo NASA, ma moltissime altre aziende… e che rischia di dover pagare come minimo 46 milioni di dollari di danni.

Questa truffa però ha avuto un costo per maggiore per la NASA. Il fallimento delle due missioni (Orbiting Carbon Observatory del 2009 e Glory del 2011) ha causato la perdita di 700 milioni di dollari… senza considera gli anni persi dagli scienziati e dagli operatori che lavoravano ai due progetti.

Una truffa da niente insomma…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...